Il segno zodiacale del toro - esoterismo,filosofia,ricette del benessere,yoga,spiritualità,buddhismo,meditazione,benessere dell'anima,risveglio,alieni e fantasmi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il segno zodiacale del toro

CURIOSITA'
Il segno zodiacale del Toro

Il Toro amante dei piaceri della vita
Essendo anche il Segno dell’esaltazione di Giove, il Toro è considerato anche il godereccio per eccellenza, amante della buona tavola e incline ai piaceri del palato (oltre che a quelli del talamo) . Il connubio tra cibo e sesso infatti trova una perfetta collocazione in questa posizione: il Toro infatti spesso viene definito come “il ritratto della salute” proprio per la sua attitudine a godersi la vita.
Tranquillo e pacioso, di stampo tradizionalista, ha un forte bisogno di sicurezze, anche e soprattutto di tipo materiale: infatti, in genere, si adopera per assicurarsi una vita economicamente serena, un lavoro redditizio, uno o più immobili di proprietà, una buona polizza di assicurazione sul futuro per poi farne i pilastri su cui fondare la propria esistenza. A cercare le certezze dentro di sé non ci pensa proprio ;-).

Un segno noto per la calma Zen
Unico neo è il suo temperamento flemmatico: spesso è talmente lento nei movimenti e nei ritmi di vita da lasciarsi sfuggire molte ottime opportunità proprio perché non è lesto nel coglierle.
Essendo dominato da Venere che gli garantisce una forte protezione, in genere il Toro è un individuo dalla sana e robusta costituzione, poco incline ad ammalarsi. In genere si sottopone a controlli periodici non tanto perché la salute costituisca una fonte di preoccupazione ma più che altro perchè è un tipo metodico e abitudinario.
Le rare volte in cui si ammala, in genere si presta pazientemente a seguire la cura con estrema diligenza salvo i casi in cui non la ritenga adeguata: in tal caso, si incaponisce per partito preso e allora qualsiasi sforzo di convincerlo a curarsi risulterà del tutto inutile. In genere, dopo una fase di scetticismo iniziale, predilige le medicine naturali e si predispone a seguire con grande tenacia e impegno anche terapie molto prolungate nel tempo.
Gli organi associati al Segno del Toro siano  la gola e il collo: forte è dunque predisposizione del Segno a soffrire di tonsillite e faringite soprattutto nel periodo invernale. Ma non solo. La gola va intesa nel senso più ampio del termine: infatti, il Toro è molto ghiotto soprattutto di dolci ed i suoi peccati di gola a lungo andare finiscono per incidere sulla sua linea oltre che per causargli problemi di salute collaterali. Inoltre, la sua proverbiale pigrizia e la mancanza di attività sportivanon lo aiutano di certo a smaltire i chili di troppo dunque spesso i Torellini sono riconoscibili proprio per la pancetta e la linea appesantita.
Un altro punto debole del Segno del Toro è l’artrosi cervicale, spesso irrigidita anche e soprattutto per via dell’attitudine mentale che caratterizza i suoi rappresentanti, spesso vittime di schemi mentali fissi e molto rigidi. E così a lungo andare, di pari passo con la mente, anche i tessuti muscolari si irrigidiscono.
Un’altra peculiarità che riguarda le donne del Segno del Toro: secondo l’astrologa Lisa Morpurgo di cui sono seguace, nel Segno del Toro trova domicilio anche il pianeta X-Proserpina, che simboleggia l’utero. Per questo, nonostante l’evidente femminilità e sensualità garantita dalla presenza di Venere (ovaie) e di X-Proserpina, le donne del Segno riscontrano spesso problemi a livello di ovaie ed organi riproduttivi in generale (cisti, squilibri ormonali) che oltre a creare disturbi di per sé, finiscono per essere somatizzati a livello epidermico causando acne o impurità delle pelle che a lungo andare creano disagi anche a livello estetico. Queste sono le principali criticità.
I rimedi naturali
La naturale predisposizione dei rappresentanti del Segno del Toro a prediligere i cibi genuini e una vita sana all’aria aperta è già di per se un ottimo punto di partenza per assicurarsi una buona salute. Tuttavia, come possiamo immaginare, non è sufficiente. Considerando le predisposizioni a cui sono soggetti i rappresentanti del Segno, è fondamentale fornire altri consigli utili.
Per esempio, per proteggersi dalle malattie da raffreddamento è consigliabile indossare sempre una sciarpa di lana per ripararsi in inverno e un foulard più leggero nelle mezze stagioni, accorgimento utile anche come scudo contro l’artrosi cervicale. In caso di muscoli irrigiditi e contratti, suggerisco comunque un buon ciclo di massaggi e massoterapia che aiuti a sciogliere le tensioni accumulate ed eventuali contratture.
Per quanto riguarda la dieta, capitolo molto dolente per il Segno considerando l’amore per la buona cucina, consiglio di evitare i latticini che tendono a gonfiare la pancia e a creare disturbi di aerofagia; in linea di massima, comunque, il Toro tende a nutrirsi in modo sano, con alimenti biologici spesso coltivati personalmente nell’orto di casa o al limite acquistati a km 0 . Nel suo caso, dunque, per migliorare l’alimentazione, non è necessario modificare la qualità dei suoi alimenti bensì la quantità: infatti, essendo goloso e godereccio, spesso durante i pasti finisce con l’ eccedere e rimpinzarsi in modo eccessivo. Inoltre, ha la tendenza ad alzare il gomito: ricordiamoci che un buon bicchiere di vino a pasto è un toccasana. Una bottiglia magari è eccessiva  . Chiaro il messaggio?
Non gioca invece a suo favore la proverbiale pigrizia di cui accennavo sopra: il Toro difficilmente fa sport e quando lo pratica in genere predilige attività poco dinamiche in cui può scaricarsi ma senza fare troppa fatica e soprattutto dove non è richiesta la velocità (per esempio il trekking o per le donne la danza).
Proseguendo con l’esame dei disturbi tipici del Segno, possiamo dire che in caso di disturbi ormonali e problemi alle ovaie, un aiuto può venire dalla floriterapia, in particolare dai Fiori di Bach e dai fiori australiani che costituiscono un ottimo rimedio (tuttavia vi rimando ad un Naturopa o ad un esperto/floriterapeuta per saperne di più).
Dulcis in fundo, in qualità di aspirante cristallo-terapeuta, posso suggerire ai torellini alcune pietre e cristalli da tenere in tasca e portarsi sempre appresso per stimolare il 5° chakra, punto debole del Segno, che corrisponde appunto alla gola.
Alcuni esempi:
l’ acquamarina: indicata in tutti i casi di raffreddamento, è ottima perché calma anche il sistema nervoso. Ideale per esprimere in modo chiaro quello che si ha dentro.
il turchese: va indossato, meglio se sotto forma di collana. Funge da vera e propria spugna contro le negatività.
il lapislazzulo : protegge soprattutto la gola. Aiuta a riequilibrare la collera repressa.
Correlata alle pietre del 5° chakra posso suggerire anche la corniola che lavora sul 2° chakra (collegato al 5°): questa pietra va a stimolare la creatività e protegge ovaie ed organi riproduttivi, altro punto debole del Toro.
 
Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu