Come Contattare Il Mio Angelo Custode - esoterismo,filosofia,ricette del benessere,yoga,spiritualità,buddhismo,meditazione,benessere dell'anima,risveglio,alieni e fantasmi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come Contattare Il Mio Angelo Custode

YOGA
Come Contattare Il Mio Angelo Custode
1Prepara il tuo spazio meditativo. Scegli un luogo tranquillo in cui nessuno possa disturbarti, per esempio la tua camera da letto. Spegni tutti i dispositivi elettronici per eliminare ogni possibile distrazione, come televisore, cellulare e computer; spegnere la luce e chiudere le tende potrà essere di ulteriore aiuto. Se lo desideri, accendi una candela o un bastoncino di incenso per favorire la tua concentrazione.
2Siediti e mettiti a tuo agio. La meditazione richiede che tu stia fermo a lungo, pertanto assicurati di non essere spinto a muoverti in continuazione a causa di una posizione scomoda. A patto che tu sia certo di non rischiare di addormentarti, puoi anche metterti sdraiato.
3Respira profondamente e svuota la mente. Chiudi gli occhi o guarda la candela accesa. Durante i primi minuti cerca di non pensare a niente, neanche al tuo angelo custode. Concentrati sul mantenere una respirazione lenta e stabile.
4Saluta mentalmente il tuo angelo con un "ciao". Ringrazialo per la protezione che ti offre ogni giorno. Mettilo al corrente degli eventuali problemi che ti affliggono e chiedigli di farti da guida.
5Ascolta la sua risposta. I segnali della sua presenza saranno per lo più tenui e impalpabili. Potresti sentire un rumore appena accennato, visualizzare un'immagine fugace nella tua mente, avvertire una lieve sensazione di calore o percepire una presenza nella stanza vuota.
  • Alcune persone credono che gli angeli non possano interferire con la nostra vita a meno che venga chiesto loro in modo esplicito. Se non sei certo della presenza del tuo angelo custode, esortalo a farti sapere se c'è.
6Abbandona lentamente lo stato meditativo. Saluta il tuo angelo e termina la tua meditazione con una preghiera. Se avevi chiuso gli occhi, aprili nuovamente. Cambia posizione, ma rimani seduto per uno o due minuti per dare il tempo alla mente di tornare alla normalità.
7Migliora la tua meditazione attraverso la pratica. Meditare richiede una notevole abilità e probabilmente ti sarà pressoché impossibile riuscirci al primo tentativo. Riprova ogni volta che ne hai la possibilità: anche pochi minuti al giorno ti consentiranno di migliorare visibilmente.
GUARDA IL VIDEO
 
Cerca
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu