Come comunicare con l’Angelo Custode: 2 metodi pratici - esoterismo,filosofia,ricette del benessere,yoga,spiritualità,buddhismo,meditazione,benessere dell'anima,risveglio,alieni e fantasmi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come comunicare con l’Angelo Custode: 2 metodi pratici

CURIOSITA'
Come comunicare con l’Angelo Custode: 2 metodi pratici




Abbiamo già parlato degli Angeli Custodi, ricordi?
Sono entità aconfessionali di puro amore che ti avvolgono con la loro energia e sono sempre al tuo fianco, per guidarti e proteggerti.
Nel corso degli anni però ho riflettuto su alcune cose e ho iniziato a pormi delle domande che ora rivolgo anche a te:

  • Il tuo Angelo Custode ti è sempre vicino, ma tu lo coinvolgi nella tua vita?
  • Lo rendi partecipe dei tuoi dolori, delle tue gioie e dei tuoi sogni?
  • Lo autorizzi espressamente ad intervenire?
  • Chiedi il suo parere?
  • E in caso affermativo, ascolti i suoi consigli?
  • Ma soprattutto, sai come comunicare con Lui?

Ti dico subito che non c’è una modalità giusta o uno sbagliata di dialogo con gli Angeli Custodi, perché nel silenzio della mente, con il cuore aperto tutto avviene.
Ma spesso, nel tram tram quotidiano, tra mille pensieri e preoccupazioni la voce delle nostre guide diventa impercettibile e inudibile. Così ho deciso di scrivere questo articolo, per condividere con te 2 tecniche che ho testato e sperimentato nel corso degli anni.
Poiché ho notato che un primo blocco per comunicare con l’Angelo Custode si trova nella differenza di frequenza, ossia nel modo, umore, mood in cui ti trovi durante la giornata, che non ti permette di lasciarti andare, ho pensato di suggerirti, un aiutino che ti permette di innalzare il tuo livello di pace e benessere, e già questo rende molto più fluido e semplice comunicare con l’Angelo Custode.
Spero che possa esserti utile!
 
Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu